Le nostre certificazioni
Certificato di Eccellenza 2016
Clienti soddisfatti
Hotel di eccellenza
Le ultime recensioni
Hotel consigliato da TripAdvisor
Hotel consigliato dai viaggiatori

A spasso per il centro storico di Rimini

A spasso per il centro storico di Rimini

Il simbolo di Rimini è il ponte di Tiberio dove sotto passa il fiume Marecchia, costruito sotto il dominio di Augusto e finito sotto il dominio di Tiberi. Oggi presente nello stemma della città  ed è l’ultimo pezzo della Villa Emilia.

Le attrazioni del centro storico sono Tempio Malatestiano di tradizione indicato come il Duomo di Rimini. È il maggior luogo di culto religioso cattolico, rinnovato sotto la signoria dei Malatesta e con il contributo di artisti come Leon Battista Alberti, Matteo de’ Pasti, Agostino di Duccio e Piero della Francesca, è, sebbene incompleto, l’opera chiave del Rinascimento riminese ed una delle architetture più significative del Quattrocento italiano in generale.

L’Arco di Augusto è il più antico arco romano rimasto ed è stato consacrato all’Imperatore Augusto dal Senato  romani nel 27 a.C. segnava la fine della via Flaminia che collegava la citta romagnola con la capitale dell’Impero. il Castel Sigismondo di Rimini prende il proprio nome dal suo ideatore e costruttore, Sigismondo Pandolfo Malatesta, la  struttura rimasta rappresenta il cuore centrale del castello, che era originariamente difeso da un giro di mura e da un fossato.

La chiesa di San Giuliano Martire  è una chiesa di Rimini, situata al centro del Borgo San Giuliano. La chiesa, una delle più importante della città, è stata sotto posta ad un restauro operato alla metà del Cinquecento sull’antica struttura dell’XI secolo ed è caratterizzata da una regolare architettura rinascimentale. Contiene importati opere fra le quali : polittico di Bittino da Faenza ed una tela di Paolo Veronese.

La chiesa di Sant’Agostino  Fu cattedrale della diocesi di Rimini dal 1798 al 1809. La chiesa è nota come “di Sant’Agostino” in quanto gestita dai padri agostiniani dal XIII secolo fino alle soppressioni napoleoniche. La chiesa di Santa Rita situata nel centro del mercato coperto di Rimini, alla sua costruzione parteciparono due muratori Leo e Marino.

Nel 1805 la chiesa venne consacrata anche a San Bartolomeo, mentre nel 1925 venne collocata una statua di Santa Rita da Cascia e da allora i riminesi la chiamarono la chiesa di Santa Rita.  Inoltre, è possibile visitare piazza Cavour il cuore di Rimini  e della vita cittadina dal Medioevo, e piazza Tre Martiri, l’antico foro romano, sono le due piazze principali di Rimini, punti di ritrovo e d’incontro, nei quali si svolgono tradizionalmente cerimonie, mostre e mercati. Per maggiori dettagli su cosa fare e vedere a Rimini visita www.seidiriminise.it

Tra le piazze della città, inoltre piazza Malatesta, anticamente unita a piazza Cavour, sulla quale prospettavano la cattedrale e il castello e piazza Ferrari, realizzata nell’Ottocento con un importante rinnovamento urbanistico.

Le principali strade storiche sono il corso d’Augusto, l’antico decumano massimo, che collega l’Arco d’Augusto al Ponte di Tiberio attraversando le piazze principali, e via Garibaldi, l’antico cardo massimo, che collega Porta Montanara alla stazione ferroviaria. Un carattere distintivo della vecchia Rimini è dato da numerose piazzette, che compongono angoli particolarmente suggestivi: le piazzette Gregorio da Rimini o “delle poveracce”, S. Bernardino, Ducale, Zavagli, Gaiana e dei Servi nel centro storico, e le piazzette S. Giuliano, Pozzetto, Ortaggi, Gabena, Padella e Pirinela nel borgo S. Giuliano, Palazzo dell’Arengo, il Palazzo del Podestà la Vecchia Pescheria e il Teatro Galli, la fontana della Pigna. Rimini è  meta per fare shopping, dall’alta moda agli acquisti per tutte le tasche nel Corso D’Augusto, via Garibaldi e via IX Novembre sono le principali vie dello shopping.

Richiedi Informazioni

 
 
Accetto il trattamento dei miei dati personali | Privacy policy